HAI APPENA CONOSCIUTO UNA RAGAZZA che ti piace e che sembra apprezzare la tua compagnia. Sei riuscito a rompere il ghiaccio e a iniziare una bella conversazione. Ma il tempo passa e tu capisci che fra poco lei se ne dovrà andare: come rivederla?

Allora ti fai coraggio e – prima che sia troppo tardi – le chiedi il numero di telefono.

Lei ha un attimo di esitazione. Cosa sta passando nella sua testa? Probabilmente qualcosa del genere: “Perché vuole il mio numero? Mi sa che gli piaccio… E lui mi piace? Mmmh, non so. E’ simpatico, ma adesso non mi sento attratta da lui. Ora me ne libero….”

Il paradosso è che – conoscendoti meglio – forse avrebbe cambiato idea. Ma chiederle il numero in questo modo l’ha costretta a scegliere adesso, a chiedersi subito se le piaci oppure no. La saluti, forse con un numero in mano o con una nuova amicizia su facebook, ma per una ragione o per un’altra purtroppo non vi rivedrete mai.

Ti è mai successo qualcosa del genere? Se la risposta è si, forse ti sei chiesto come fare per evitare questa situazione. In questo articolo voglio proporti invece un metodo per rivedere una persona che ti interessa dopo averla conosciuta ad una festa o in qualsiasi altra circostanza. Facciamo una premessa: se le sei piaciuto da impazzire non serve nessun metodo, le chiedi il numero e sei a posto. Ma più frequentemente ti succederà che una ragazza appena conosciuta è interessata a te, ma non molto interessata. In questo caso chiedere direttamente il numero sarebbe un errore ed è molto meglio usare il metodo che ti propongo. Ti spiego subito di cosa si tratta, ritornando alla tua serata e a come sarebbe potuta andare…

Hai appena conosciuto una ragazza che ti piace e che sembra star bene in tua compagnia.

Ti sei accorto di essere nella situazione in cui lei è interessata (ad esempio fa domande e ride alle tue battute) ma non molto interessata (ad esempio se le prendi la mano per gioco lei si irrigidisce o si sposta).

Chiacchierando, inizi ad avere un idea di come le piace trascorrere il tempo libero. Un modo simpatico di ottenere questa informazione è tirare ad indovinare, scherzando sulle attività impossibili che secondo te a lei piace fare (es. “Fammi indovinare: ami scalare le montagne in equilibrio sulle mani!”) Oppure cercando genuinamente di immaginare come le piace divertirsi (es. “Sembri una persona che sa apprezzare una bella mostra di arte contemporanea”) Il primo modo comunica la tua giocosità, mentre il secondo la tua capacità di capirla senza parole. Entrambe queste caratteristiche sono attraenti e tirare ad indovinare ha anche il vantaggio di evitare che la conversazione si trasformi in una noiosa intervista.

Ora poniamo il caso che a lei piaccia scoprire nuovi bar in cui prendere l’aperitivo e che tu avessi in programma di fare qualcosa del genere in settimana. Così le dici: “Ma allora forse conosci Bar123? Giovedì c’è un aperitivo eccezionale in cui… [descrivi appassionatamente la serata che hai intenzione di trascorrere con uno o più amici] “

Fatto? Ora attenzione, NON la invitare subito. Osserva la sua reazione al tuo racconto e ascolta i suoi commenti: sembra interessata? Lasciale un po’ di tempo per valutare. Spesso sarà lei stessa a invitarsi e poi a chiederti di scambiare il numero. Se invece lei non mostra interesse per l’occasione sociale che hai appena descritto, cambia discorso, e dopo un po’ descrivi un’altra uscita carina che ha in mente di fare.

E che succede se non hai in programma niente di interessante? Capita, ma se stai leggendo questo articolo hai già deciso di fare dei cambiamenti nella tua vita e il primo passo può essere quello di trovare eventi e attività interessanti a cui partecipare. Ogni città ha una rivista o un sito web con la lista delle cose da fare: cinema, teatro, cultura, concerti, discoteche, corsi, e così via. Il tuo primo compito è trovare questo sito o questa rivista, leggerla da cima a fondo, sottolineare le attività più interessanti e invitare uno o più amici a venire con te. Ovviamente anche Facebook è un modo di scoprire eventi interessanti. Ti consiglio anche questi due siti: www.evensi.it (molto completo ma la consultazione è un po’ macchinosa) oppure world.timeout.com (rapido da consultare ma non c’è tutto).

Adesso torniamo alla ragazza che hai appena conosciuto: se non hai progetti particolari, ci sarà comunque qualcosa che ti piace fare, un posto dove vuoi andare, un film che vuoi vedere.

Facciamo il caso che tu abbia voglia di provare l’aperitivo del Bar123, ma che non abbia ancora fatto programmi con amici per andarci. A lei puoi dire: “Ma allora forse conosci Bar123, c’è un aperitivo in cui… [descrivi appassionatamente la serata]” e di nuovo lasciale il tempo di autoinvitarsi, osserva reazione e commenti, e se sono positivi aggiungi: “Io vado giovedi, mi accompagni?”. Nella stragrande maggioranza dei casi la risposta sarà si e verrà accompagnata dalla richiesta di scambiarsi il numero.

Perché questo metodo funziona? Fondamentalmente, perché più che essere un “metodo” innaturale, questo è il modo in cui si fa normalmente amicizia: scopri che c’è qualcosa che piace ad entrambi e ti organizzi per farla insieme.

Questo metodo ha anche altri vantaggi:

  • Ti evita le mille difficoltà pratiche di mettersi d’accordo per sms o per telefono su quando vedersi e su cosa fare. (es. chiamare e non trovarla, proporre un giorno via sms per poi scoprire che lei è impegnata, suggerire di far qualcosa insieme e poi scoprire che a lei non piace,…)
  • Ti porta a prendere accordi con la ragazza che ti interessa quando lei ha il piacere della tua compagnia freschissimo in mente. (per quanto vi siete trovati bene, sei comunque una persona appena conosciuta, il cui ricordo sparirà velocemente. Una settimana dopo il suo interesse a rivederti sarà già molto diminuito: meglio decidere subito quando vi rivedrete)
  • Questo metodo comunica indirettamente il fatto che la presenza della ragazza è per te un opzione e non una priorità. Questo rende tutto molto meno impegnativo per lei e più vicino al suo mondo. Molte donne interessanti sono piene di cose da fare e trattano la maggior parte delle occasioni sociali come “opzioni” a cui vanno se quel giorno “si sentono” di farlo.
  • Anche se lei ti da buca, tu comunque fai qualcosa che ti andava di fare.
  • Con questo metodo, il processo di mettersi d’accordo su quando rivedersi comprende la possibilità di mostrare che sei una persona con una vita sociale e degli interessi, stimolando quindi la sua attrazione.
  • Una variante di questo metodo sono gli incontri immediati. Ad esempio, se scopri che entrambi avete fame ed entrambi amate il cinese, dille semplicemente: “Sto svenendo dalla fame! Accompagnami al cinese qui accanto.”
  • Un altra variante di questo metodo, da usare però solo come ultimissima spiaggia, sono gli incontri per “networking e proselitismo”. Mi spiego meglio. Se non hai trovato nessuna attività carina da fare insieme, probabilmente la scelta migliore è lasciar perdere e dedicare la tua attenzione a una donna con cui hai più cose in comune. Ma se lei ti piace davvero tanto, ci sono altre due ragioni per cui potrebbe chiederti il numero. La prima è il networking: forse puoi esserle utile per lavoro o conosci persone che potrebbero aiutarla o hai una qualsiasi professionalità (avvocato, commercialista,…) che a lei potrebbe servire? Parlane. La seconda ragione per cui lei potrebbe volere il tuo numero è fare “proselitismo”. In altre parole, lei potrebbe essere alla ricerca di nuovi iscritti per un partito politico, nuovi clienti per una palestra o nuovi aderenti ad una filosofia di vita (es. vegana). Se ti interessi ad un argomento che le sta a cuore lei potrebbe chiederti il numero allo scopo di coinvolgerti. Attenzione: se prendi la strada del networking o del proselitismo, usa il vostro prossimo incontro per farle capire che ci sono anche altre cose che potreste fare insieme.
  • Riassumendo, le descrivi qualche cosa di carino che avevi intenzione di fare e se lei si mostra interessata le dici “Ci vado settimana prossima: mi accompagni?”. A quel punto lei penserà: “Sembra interessante e lui non è male. Forse ci vado. Ma mi serve il suo numero per metterci d’accordo”.

Vuoi approfondire? Prova gratuitamente un corso